IL DeAnarchia

  L’uomo nasce anarchico, due secondi dopo la sua uscita perde la libertà irrimediabilmente. Tuttavia questo paradigma è presente nella suo Dna, per cui l’essere umano cerca sempre di tornare alla condizione prenatale, e ovviamente c’è un problema irrisolvibile: gli altri. Il singolo quindi per convenienza, obbligo, si riunisce in famiglie e tribù, le tribù si riuniscono sotto un re, … Continua a leggere

I luoghi abbandonati in Lunigiana

http://www.edizionigiacche.com/luoghi-abbandonati-2-tra-paesi-fantasma-chiese-castelli-archeologia-industriale-dell-alta-toscana.html Ci sono luoghi, posti, abbandonati. I motivi sono diversi, economici, guerre, tuttavia rimane evidente un lascito morale di tutto ciò,  davvero triste, parlo della “vanagloria”. Le motivazioni, le speranze , gli auspici di chi fisicamente ha lavorato nei secoli, per l’edificazioni di quelle imprese. Case, ospedali, fabbriche, castelli, ne rimangono ruderi silenti, le speranze di gloria, perdute. Ma allora … Continua a leggere

Il sogno di Verne, la memoria e la fantasia

Verne era un genio, il vate del sogno, l’immaginazione verosimile. Questo permette a noi umani di uscire dal quotidiano  immanente. La dimensione dell’uomo è temporalmente limitata, si sa. La memoria storica è l’unica possibile strada verso eternità ? E’ una delle possibili risposte, che la ‘trilogia degli immortali’, Liguses, Danha e Anak, cerca di studiare e dettagliarne nelle possibili variabili. … Continua a leggere

Una bella gabbia è sempre una gabbia

Una gabbia, pur bellissima, è sempre una gabbia. Mentre un guinzaglio, pur di pregiatissima fattura è sempre un guinzaglio. Ora, lo scrivente si rivolge agli amici animalisti, pensate voi che un uomo potrebbe sopportare una gabbia o un guinzaglio senza patire incombenze ? Io penso proprio di no Allora non capisco perché lo apprezziate per gli amici animali, pur con … Continua a leggere

Il nazismo, le favole e un tavolo

Claus von Stauffenberg, chi è costui ? Potrei rispondere con una parola sola: un sogno. Migliaia di fanciulli (soprattutto femmine !) hanno amato e adorato il mito di un mondo che si credeva immaginario, eppure è esistito, eccome: il mondo delle fiabe ! Il Claus, nato nel 5 novembre del 1907, era figlio di Alfred Schenk e Karoline von Uxkull, … Continua a leggere

Incipit de La Dalia di Marmo – noir

Incipit Prologo Su, apri la porta, vieni da me, io ti miro, ti osservo dall’alto. Quasi fossi fantasma, ora vedo attraverso i muri, navigo nell’etere libera e senza peso. Bene schiaccia l’interruttore … Ecco, ora sali i tre scalini che ci separano. Perché indugi ? Brava, ora il primo, poi il secondo .. vieni, no, non a sinistra, lo sai, … Continua a leggere

Il Deanarchia

  L’anarchia è il potere, il potere di fare quello che si vuole, per cui, come afferma Pasolini, esiste l’anarchia del potere. Ma quale ?! L’uomo nasce anarchico, due secondi dopo la sua uscita, perde la libertà irrimediabilmente. Tuttavia questo paradigma è presente nella suo Dna, per cui l’essere umano cerca sempre di tornare alla condizione prenatale, e ovviamente c’è … Continua a leggere

Medita Natale

E’ Natale, la grande, immensa tenuta degli Horton, a Washington, due notti prima di Natale, era illuminata dalle deboli luminarie delle feste, con l’elegante camino del grande hall addobbato di tutto punto. Fuori la neve turbinava allegra, il paesaggio ovattato e silenzioso, rendeva giustizia a quella festa. Tutto era pace, anche in casa, dove regnava dolce la serata. Poi, improvviso, una … Continua a leggere